''
Destinazione
Scegli dove andare
Numero giorni
Tipologia viaggio
Testo

Migliora la tua ricerca
Scopri Tour e Villaggi

                                                                Non c'è uomo più completo di colui che ha viaggiato, che ha cambiato venti volte la forma del suo pensiero e della sua vita
                                                                                                                                            (Alfonse de Lamartine)

Valutazione: 

l
0
 
Il tuo carrello è vuoto
0
Descrizione
 
Gallery
 
Commenti
 
Contatti
 

Situata sul probabile sito dell’antica Halicyae di origine sicana o elima, l’attuale cittadina deve agli arabi il nome - Salem, “luogo di delizie” – ed il delicato impianto urbano, con i suoi pittoreschi e ben articolati vicoli ciechi, che portano a cortili sempre più segregati  e ripide scale.

Da visitare:

  • L'imponente Castello, la Matrice barocca, il complesso della Chiesa e del Collegio dei Gesuiti con il quartiere ebraico costituiscono le principali attrattive della cittadina medievale. Il Castello, di forma trapezoidale, rappresenta la possente testimonianza della civiltà normanna e sveva a Salemi. Delle quattro torri originariamente presenti ne rimangono oggi tre, due quadrangolari ed una rotonda più alta. Esse racchiudono un cortile ed un giardino e sono in collegamento fra loro per mezzo di camminamenti incassati nello spessore dei muri. 
  • la chiesa di San Clemente, con al suo interno dodici grandi tele attribuite a Fra Felice da Sambuca, che ritraggono scene della vita di Gesù
  • la Chiesa di S.Agostino, con l'annesso convento e con al suo interno la statua marmorea di San Luca, la Madonna del Soccorso in marmo policromo di A. Gagini ed il "Cristo coronato di spine", un dipinto di Gherardo delle Notti. 
  • ex Chiesa di S. Chiara dove è ospitata la Biblioteca Comunale "Simone Corleo" con ben 66.000 volumi tra i quali molti del ‘500 e del ‘600.
  • il collegio dei Gesuiti il quale, pur avendo cancellato per la sua costruzione nel 1600 un intero quartiere islamico, conferisce all’intera cittadina un forte carattere di monumentalità. Il complesso ospita un interessante Museo Civico, con le opere salvate nel paese durante il terremoto del 1968



Nessun risultato