''
Destinazione
Scegli dove andare
Numero giorni
Tipologia viaggio
Testo

Migliora la tua ricerca
Scopri Tour e Villaggi

                                                                Non c'è uomo più completo di colui che ha viaggiato, che ha cambiato venti volte la forma del suo pensiero e della sua vita
                                                                                                                                            (Alfonse de Lamartine)

Valutazione: 

l
0
 
Il tuo carrello è vuoto
0
Descrizione
 
Gallery
 
Commenti
 
Contatti
 

Selinunte, fondata da Megara Hyblaa intorno VI sec. a.c., è la città greca più occidentale della Sicilia. Situata su un ripiano leggermente inclinato verso il mare, capace di dominare una lunga fascia di costa mediterranea, rappresenta una delle più importanti e grandi sedi archeologiche dell’intero bacino mediterraneo, capace di offrire, con le sue imponenti e maestose rovine, uno spaccato della articolazione urbanistica di una città greca.

Attualmente il complesso archeologico di Selinunte offre al suo visitatore quattro zone: l'acropoli, la città antica, i templi orientali e il santuario della Malophoros.

Se pochi sono i resti relativi alla città antica ed al santuario di Malophoros, quest'ultimo composto da un piccolo altare arcaico, un grande altare sacrificale e dal tempio, affascinante è la visita dell'acropoli, con la sua cinta muraria che, seppur rimaneggiata, conserva una porta murata e la porta nord.

Al suo interno, il pianoro della città è attraversato da due arterie che incrociandosi tra loro dividono l'acropoli in quattro quartieri che ospitano, oltre che a numerosi edifici pubblici, ben cinque templi A, B, C, D e O, indicati con delle lettere dell’alfabeto in quanto ancora non si è certi sui nomi delle divinità cui erano dedicati.

Ad est dell’Acropoli infine i maestosi templi orientali, i più imponenti di Selinunte, tra i quali il tempio G, possibilmente dedicato a Zeus, uno dei più grandi dell’antichità classica, con le sue misure monumentali di m.110,36x50,10. Di suggestiva bellezza, inoltre, il tempio E, ricostruito alla metà degli anni ’50 ed in grado di provocare nel panorama dell’intera città greca, un effetto di grande suggestione.

NE PARLANO ANCHE: ITALIA.IT








Nessun risultato