''
Destinazione
Scegli dove andare
Numero giorni
Tipologia viaggio
Testo

Migliora la tua ricerca
Scopri Tour e Villaggi

                                                                Non c'è uomo più completo di colui che ha viaggiato, che ha cambiato venti volte la forma del suo pensiero e della sua vita
                                                                                                                                            (Alfonse de Lamartine)

Valutazione: 

l
0
 
Il tuo carrello è vuoto
0
Descrizione
 
Gallery
 
Commenti
 
Contatti
 

Costruita subito dopo il catastrofico terremoto del 1693 che ha distrutto buona parte della Sicilia orientale, Noto è riuscita con l'attenta opera di oculati architetti a creare uno tra gli spazi più rappresentativi del barocco mondiale. La città, impostata secondo un modello a scacchiera, ha come assi portanti corso Vittorio Emanuele e via Cavour.

Dall'imponente Porta Reale eretta in onore di re Ferdinando II di Borbone, il corso Vittorio Emanuele è interrotto nel suo percorso da tre scenografiche piazze, ognuna con una chiesa ed una monumentale scalinata. La prima piazza comprende la chiesa ed il Convento di S. Francesco. Continuando per il corso, dopo aver superato la chiesa di S. Chiara, a pianta ellittica ed impreziosita da stucchi ed altari marmorei, si raggiunge la seconda piazza, la più importante, vero cuore della città barocca: piazza del Municipio.

In questa piazza avviene la massima integrazione tra edifici civili e religiosi: Palazzo Ducrezio, ora sede del Municipio, recinto su tre lati da un porticato in stile classico, mentre, di fronte al palazzo troneggia sopra una scalea a tre rampe il Duomo, con il suo scenico prospetto, attualmente lesionato nella cupola per il crollo del 1996. Completano la piazza l'ottocentesco Palazzo Vescovile e Palazzo Landolina.

Proseguendo per il corso si incontra piazza XXIV Maggio, decorata al centro dal grazioso giardino d'Ercole con la chiesa di S. Domenico, arricchito all'interno da cinque cupole, e con l'ottocentesco Teatro Comunale. Ma la visita alla città può continuare lungo le vie del centro, dove è possibile ammirare numerose altre opere, tra le quali la chiesa di Montevergine, con la facciata concava rinserrata tra due torri campanarie; la chiesa del Crocifisso, con un grande portale centrale fiancheggiato da due leoni in pietra calcarea; Palazzo Nicolaci Villadorata, con dei superbi balconi barocchi sorretti da ricche mensole in pietra con figure grottesche.

NE PARLANO ANCHE: WIKIPEDIA, RISERVA VENDICARI, ITALIA.IT









Nessun risultato