''
Destinazione
Scegli dove andare
Numero giorni
Tipologia viaggio
Testo

Migliora la tua ricerca
Scopri Tour e Villaggi

                                                                Non c'è uomo più completo di colui che ha viaggiato, che ha cambiato venti volte la forma del suo pensiero e della sua vita
                                                                                                                                            (Alfonse de Lamartine)

Valutazione: 

l
0
 
Il tuo carrello è vuoto
0
Descrizione
 
Gallery
 
Commenti
 
Contatti
 

Situata nel cuore dello Stagnone di Marsala, la più estesa laguna della Sicilia, l’isola di Mozia, grazie alla felice posizione centrale per le rotte commerciali rispetto l’intero mediterraneo, è stata una dei più importanti centri fenicio-punici della Sicilia fino al 397 a.c. quando fu occupata da Dionisi II di Siracusa.

Oggi Mozia  si presenta interamente occupata dalle rovine dell’antica città: dalla poderosa cinta muraria intervallata da almeno una ventina di torri circolari, alle porte della città, ai resti di antiche abitazioni, tra i quali la casa dei mosaici, abitazione di origine greca con un grande cortile ricco di mosaici, alla casermetta, gruppo di ambienti esterno alla cinta muraria, possibilmente ad uso militare. Tra i numerosi resti, merita attenzione la Porta Nord, vero fulcro dell’intero sistema difensivo della città, dalla quale si dipartiva una strada lastricata che la collegava con la terraferma, ora sommersa.

Di notevole interesse il tofet, santuario fenicio nel quale si praticavano riti sacrificali di bambini, la scala orientale, una grande scala nei pressi di una massiccia torre  che scende a mare e, non ultimo, il cothon, bacino artificiale di carenaggio scavato all’interno dell’isola e con il fondo lastricato.


Nessun risultato