''
Destinazione
Scegli dove andare
Numero giorni
Tipologia viaggio
Testo

Migliora la tua ricerca
Scopri Tour e Villaggi

                                                                Non c'è uomo più completo di colui che ha viaggiato, che ha cambiato venti volte la forma del suo pensiero e della sua vita
                                                                                                                                            (Alfonse de Lamartine)

Valutazione: 

l
0
 
Il tuo carrello è vuoto
0
Descrizione
 
Gallery
 
Commenti
 
Contatti
 

Per la felice posizione geografica e la mitezza del suo clima, Palermo sin dal periodo dei fenici è stata crocevia di numerose civiltà. Situata al centro di un ampio golfo a ridosso del suggestivo monte Pellegrino, la città, costruita su criteri di "Capitale", ha avuto il suo sviluppo urbano in un'area delimitata da due importanti e antichi assi viari perpendicolari, via Vittorio Emanuele, anticamente il "Cassaro", e via Maqueda, che incontrandosi nella suggestiva piazza Quattro Canti, dividono il centro storico in quattro Mandamenti, Loggia-Castellammare, Tribunali-Kalsa, Palazzo Reale e Monte di Pietà-Capo. E' proprio in quest'area che si concentrano le principali emergenze archeologiche ed architettoniche di Palermo, in una perfetta armonia di stili, da quelli arabi, normanni al superbo barocco.

 

Una passeggiata lungo la via più antica di Palermo, corso Vittorio Emanuele, anticamente il “Cassaro”, permetterà di conoscere alcune di queste opere, dal sontuoso Palazzo dei Normanni, costruito in epoca araba e trasformato dai normanni in una reggia per i loro re, alla Cappella Palatina, maestoso e superbo esempio di integrazione di architettura e di arti figurate, con i famosi mosaici su fondo d'oro raffiguranti momenti del Vecchio e Nuovo Testamento, tra cui il Cristo Pantocratore, alla chiesa di S. Giovanni degli Eremiti uno dei principali monumenti del periodo normanno, costruita da maestranze arabe, con il suo esotico giardino e sola moschea rimasta delle 300 esistenti.

 

Importante la visita della monumentale Cattedrale, anch'essa di periodo normanno costruita sul luogo di una precedente basilica trasformata dagli arabi in moschea. Interessanti le visite di alcune delle emergenze più significative del ricco barocco cittadino: da chiesa della Martorana, dal 1937 officiata secondo il rito greco-bizantino, a Casa del Gesù o Professa rivestita in ogni sua parte da tarsie policrome, da sculture e pitture, alla piazza Pretoria. Da non perdere per il fascino dei suoi colori, suoni e odori le visite degli antichi mercati popolari della Vucceria e di Ballarò. Per gli amanti della musica, importante il Teatro Massimo, principale tempio lirico della città e terzo in Europa per grandezza.

Ma Palermo non offre solo questo: molti altri monumenti meritano di essere visitati, dalle sontuose dimore patrizie dei Palazzi Abatellis, Chiaramonte, Sclafani, Villa Trabia, dall'ampio parco, alle  maestose porte di ingresso alla città antica, Porta Nuova e Porta Felice, al Convento dei Cappuccini, con le annesse Catacombe con circa 8000 corpi mummificati sistemati in piedi e seduti lungo le pareti dei corridoi.

Le Catacombe di Porta D'Ossuna - La catacomba si articola in una serie di gallerie collegate da un asse principale. Lungo queste gallerie - e, particolarmente, agli incroci - sono alcuni lucernari (se ne conservano cinque) che si aprono all'esterno, sul giardino soprastante, per assicurare l'aerazione e, almeno in parte, l'illuminazione del cimitero. I cubicoli (dal latino cubiculum che vuol dire camera da letto) sono, invece, vere e proprie camere sepolcrali a pianta quadrangolare detti a tricora, dato che lungo le pareti si aprono tre arcosoli.


NE PARLANO :ITALIA.IT






Nessun risultato