Categoria
Sottocategoria
Categoria 2
Sottocategoria 2
Testo
it en fr de
l
0
 
Il tuo carrello è vuoto
0
Descrizione
 
Gallery
 
Commenti
 
Contatti
 

Sorta come posto di sosta lungo la strada romana da Messina a Catania, Acireale – anticamente Akis - ebbe il suo sviluppo intorno all’anno 1326 quando per ragioni di sicurezza il nucleo principale della sua popolazione preferì stanziarsi nell’altopiano dove tuttora sorge.

Dopo il catastrofico terremoto del 1693, la cittadina viene ricostruita come un perfetto salotto barocco, con nobiltà, ricca borghesia e clero che si istallarono lungo le principali arterie, arricchite di scenografiche piazze e gentilizi palazzi.

Tra queste si erge piazza del Duomo, cuore della città dove potere politico e religioso hanno insediato le loro sedi.  

Splendide le due chiese presenti: il Duomo, con facciata in stile pseudo-gotica e con due splendidi campanili rivestite da ceramiche policrome, nonché la chiesa dei SS. Pietro e Paolo, dal prospetto settecentesco e con il solo campanile di destra in quanto l’altro avrebbe interferito con il raggio solare della meridiana del Duomo.

La scenografica piazza si completa con il Palazzo Comunale, nel tipico barocco fiorito catanese.

Tra le altre chiese e palazzi nobiliari che caratterizzano il volto della città, si segnalano:

  • la basilica di San Sebastiano in piazza L. Vigo, con una facciata barocca e una balaustrata sormontata da 10 statue di Giovanni Battista Marino;
  • le chiese di S. Maria degli Angeli, del Suffragio, dei Crociferi, della Maddalena (tutte con affreschi e dipinti settecenteschi dei Vasta);
  • il seicentesco palazzo Modò;
  • il classicheggiante Palazzo Pennisi di Floristella;
  • la casa di Leonardo Vigo, ( prestigioso intellettuale acese del secolo scorso); il palazzo Calanna con all'interno affreschi di Giuseppe Sciuti (1904).
  • Collezione di Pupi Siciliani, un'esperienza interessante la visita a questo museo dedicato ai Pupi siciliani. La collezione si trova nel centro di Acireale a due passi dal Duomo.

Una visita infine merita la villa Belvedere, incantevole gioiello verde da cui è possibile osservare il panorama verso il mare e l'Etna.

Nessun risultato