https://www.antichisentieri.it:443/index.php?id=6047&t=viaggi_tour
Tour del Salento - il tacco d'Italia
Puglia
da € 310,00
PUG23-TG-502
Periodo: dal 2023-01-01 al 2023-12-31      
Durata: 5 giorni
Min pax: 10
Regione: PUGLIA

Tour nel Salento, estrema punta del tacco italiana. Un viaggio alla scoperta della barocca Lecce, il borgo marinaro di Gallipoli, Otranto la "Porta d'Oriente", Galatina la "Assisi del sud", e la Grecia Salentina con i borghi di Corigliano d'Otranto e Soleto


PROGRAMMA DEL TOUR


1° GIORNO: 
ARRIVO NEL SALENTO

  • FORMULA SOLO TOUR. Arrivo in Puglia con propri mezzi di trasporto.

In alternativa (con supplemento)

  • FORMULA TOUR + BUS. Arrivo nel primo pomeriggio presso aeroporto/stazione FFSS di Bari o Brindisi, incontro con nostro pullman GT.

Trasferimento in serata presso hotel 4 stelle zona Poggiardo, maglie o galatina. Sistemazione in camera, cena e pernottamento.


2° GIORNO: 
GALATINA E LA GRECIA SALENTINA
Colazione. Visita di Galatina denominata “Assisi del Sud”, alla scoperta di esuberanti testimonianze storico-artistiche del borgo antico, come:

  • la Basilica di Santa Caterina d’Alessandria, esempio unico di architettura gotica-internazionale del Sud, appellata l’”Assisi del Sud”, interamente affrescata dalla scuola post- giottesca.
  • Passeggiata tra i palazzi gentilizi barocchi e rococò interessanti per i portali riccamente scolpiti ed i balconi scenografici e verso la Piazza e Chiesa Matrice dedicata ai SS. Patroni Pietro e Paolo.
  • Visita della Chiesetta di San Paolo o delle tarantate, per conoscere il fenomeno del tarantismo e delle pizzica, con l’iconografia di “S. Paulu de Galatina”. Pranzo in un ristorante tipico.
Nel pomeriggio visita di due borghi appartenenti all’aerea geoculturale della Grecia Salentina, dove ancora si respira la cultura greco-bizantina nelle tradizioni sociali e rituali, nella lingua “grika” e nell’arte pittorica. Passeggiata nel centro storico di Corigliano d’Otranto, in cui sono presenti interessanti monumenti legati soprattutto al sistema difensivo cinquecentesco di Terra d’Otranto.
  • Visita interna del Castello de’Monti, caratterizzato da uno scenografico prospetto ricco di archetti ciechi ricamati e di statue e busti celebratici, sale grandiose che raccontano le storie stratificate legate alle sue funzioni ed ai suoi abitanti.
  • Successivamente descrizione dell’Arco Lucchetti quattrocentesco, in cui sono presenti scene scolpite che si riferiscono alla cultura cristiana, greca ed orientale.
Trasferimento e visita di Soleto, interessante per le sue tipiche architetture religiose e civiche, come le “case a corte” con mignani ed epigrafi latine ed i palazzi blasonati interessanti per gli stemmi e le decorazioni simboliche. Illustrazione della tradizione relativa alla “magia”, tanto da far appellare il borgo soletano “terra di macare” nel quale è nato il filosofo-alchimista Matteo Tafuri. Visita alla Guglia trecentesca, di gusto gotico, innalzata dalla committenza orsiniana, e tra i più antichi e prestigiosi dell’Italia Meridionale, e alla preziosissima Chiesetta bizantina di S. Stefano, denominata la Cappella degli Scrovegni di Puglia. Rientro in hotel, cena e pernottamento.


3° GIORNO: 
LECCE, LA CAPITALE DEL BAROCCO – GALLIPOLI, LA PERLA DELLO IONIO
Colazione. Visita di Lecce, denominata la “Capitale del Barocco” e la “Firenze del Sud”, cittadina aristocratica tra le più rappresentative della Puglia e del Sud Italia. Passeggiata guidata del centro storico di Lecce, in un percorso che racconta la storia della città, dalle origini messapiche e romane fino agli splendori del barocco rinascimentale dei suoi palazzi. Inizio della visita guidata con Piazza Napoli, Piazza Duomo, Cattedrale, Palazzo Vescovile, Chiesa di San Irene, Piazza Sant’Oronzo, Anfiteatro Romano, Basilica di Santa Croce e Palazzo dei Celestini.  Successivamente visita guidata del cinquecentesco Castello “Carlo V” per ammirare l’imponente maniero leccese, la piccola Chiesa di Santa Barbara, la Piazza d'Armi, la Sala Maria d'Enghien e le torri medievali. La visita si completa con i sotterranei del castello, trasformati nel Cinquecento in galleria di collegamento tra i sotterranei dei Bastioni. Pranzo al ristorante. Nel pomeriggio visita di Gallipoli, la cui città vecchia sorge su un’isola, ammaliante per il contesto paesaggistico ed il tessuto urbano “a ragnatela” caratterizzato da vicoli e corti pittoresche. La “Città Bella” è affascinante per la tradizione marinaresca ed i porti animati dai pescatori e dalle barche, per la presenza di antichi e tradizionali Oratori confraternali, le caratteristiche “case a corte” e la Cattedrale barocca di Sant’Agata custode di pregevoli opere pittoriche di scuola napoletana.
  • Visita al monumentale Frantoio ipogeo situato sottoterra e con una estensione di circa 200 metri, dove si produceva l’olio lampante destinato ad illuminare l’intera Europa Settentrionale. Fine del tour.
Rientro in hotel, cena e pernottamento.


4° GIORNO: 
LA PUNTA ESTREMA DEL TACCO D'ITALIA - OTRANTO, TRIONFO MEDIEVALE SALENTINO  
Colazione. Visita della costa adriatica salentina, tra le più primordiali ed incontaminate d’Italia.  Il profilo costiero è ammaliante per insenature rocciose a strapiombo sul mare, la macchia mediterranea, le baie naturali accarezzate da acqua limpida e cristallina. Spettacolare il tratto da Santa Maria di Leuca verso Castro, passando dalla Baia del Ciolo e Tricase Porto.
  • Percorso in pullman verso Santa Maria di Leuca, sulla punta del tacco dello stivale, dove convenzionalmente avviene l’”abbraccio tra i due mari”.
  • Visita di Leuca, osservando le antiche ville moresche e bagnarole con visita interna della foresteria di Villa Meridiana.
  • Sosta nell’ area sacrale dove è ubicata la Basilica di S. Maria FinibusTerrae, uno dei Santuari mariani più antichi d’Europa voluto da San Pietro, il Faro dei due mari, la Scalinata monumentale con la colonna terminale dell’acquedotto e la Croce pietrina.
  • Percorrenza in bus dell’incantevole costa adriatica, straordinaria per le bellezze paesaggistiche del mare e del litorale: scogliere frastagliate, baie naturali, costruzioni in pietra a secco, insenature, Baia del Ciolo, macchia mediterranea.
Arrivo a Castro e pranzo al ristorante.
Nel pomeriggio visita di Otranto, denominata la “Porta d’Oriente”, raggiunta da numerosi popoli provenienti dal Mediterraneo e nota per il martirio di 800 cittadini da parte dei turchi nel 1480. La visita prevede:
  • Visita della Cattedrale romanica, importante per:
    • pavimento caratterizzato da grandioso mosaico medievale raffigurante l’albero della vita con scene appartenenti al ciclo carolingio, biblico, allegorico-mitologico, dei mesi e del giudizio, unico esempio di pavimento musivo rimasto integro in Italia meridionale
    • cappella dei SS. Martiri con teche “reliquiario”
    • cripta ipogea caratterizzata da differenti colonne e capitelli;
    • affreschi bizantineggianti
  • Descrizione del possente sistema difensivo costituito da castello, bastioni, porte urbiche, e dell’ex quartiere bizantino dove sorge la Chiesetta di San Pietro.
Tempo libero ed autogestito tra le caratteristiche vie del centro storico, ricche di negozietti artigianali ed enogastronomici. Rientro in hotel, cena e pernottamento.


5° GIORNO: 
FINE DEL TOUR
Colazione. Fine del tour