https://www.antichisentieri.it:443/index.php?id=1554&t=products
Polignano a Mare

Polignano a Mare, di origine Greca, sorge su un altopiano roccioso a picco sul mare. Il nucleo storico si affaccia sul mare con un fronte continuo di case, che dietro nasconde un'intricata ragnatela di sugestive stradinestrette tra piccoli edifici e cortili imbiancati di calce.

Cosa vedere a Polignano a Mare:

  • il centro storico, a cui si accede passando sotto un arco marchesale detto Arco della Porta, ricco di vicoli e stradine strette, con superbi affacci a strapiombo sul mare.
  • la Chiesa matrice, consacrata nel 1295, individuabile grazie al massiccio campanile quadrangolare; quattro-cinquecentesche sono le statue della Pietà e della Madonna con il Bambino in Trono, che con il presepe in pietra ornano alcune cappelle delle navate laterali. 
  • Lama Monachile è il luogo più conosciuto in assoluto di Polignano. L’immagine di questa caletta tra due pareti di roccia a strapiombo e una piccola insenatura nel mezzo. Il nome pare che “monachile” derivi dal fatto che in origine qui si trovassero numerose foche monache.
  • la Grotta Palazzesi, appartenente al palazzo della famiglia Leto, non è altro che un antro nella roccia che si affaccia sul mare. Ospita oggi un ristorante di lusso, uno tra i 25 più belli del mondo, ma sembra che già in passato fosse stato teatro di eventi di un certo livello
  • Le Grotte Marine, più di 70, originate dai fenomeni di erosione del mare e del vento. Si possono visitare grazie a un giro in barca, ad esempio scegliendo quella dell’ex pescatore Dorino, o in pedalò. Le gite in barca alla scoperta delle grotte durano circa due ore e prevedono anche una sosta bagno durante i mesi più caldi.
  • La statua di Domenico Modugno, una statua di bronzo dedicata al cantante, posta sul lungomare a lui sempre intitolato, in modo da non dare le spalle né al mare né al borgo.
  • il vecchio porticciolo occupa la profonda insenatura detta "Cala Paura": luogo di straordinaria bellezza, diventa d'estate meta turistica molto frequentata
  • il Palazzo dell’orologio, che ancora oggi viene caricato a mano da una signora.