''
Destinazione
Scegli dove andare
Numero giorni
Tipologia viaggio
Testo

Migliora la tua ricerca
Scopri Tour e Villaggi

                                                                Non c'è uomo più completo di colui che ha viaggiato, che ha cambiato venti volte la forma del suo pensiero e della sua vita
                                                                                                                                            (Alfonse de Lamartine)

Valutazione: 

l
0
 
Il tuo carrello è vuoto
0
Descrizione
 
Gallery
 
Commenti
 
Contatti
 

Fondata molto probabilmente dagli Elimi, misteriosa popolazione che abitava la parte occidentale dell’isola, nel tempo la sua popolazione finì con il diventare greca almeno nei costumi, assumendo ben presto un ruolo di rivalità con la vicina Selinunte.

Nel 416 a.c. proprio contro Selinunte, gli abitanti di Segesta chiesero aiuto ad Atene e tre anni dopo ai Cartaginesi. Questi ultimi, forti delle colonie di Mozia e Solunto, accorsero in aiuto a Segesta distruggendo Selinunte. La storia successiva vede Segesta allearsi con i Romani ed avere così un ruolo preminente tra le città dell’intera Sicilia, rendendola “libera et immunis”. Fu saccheggiata infine dai barbari, prima dai Vandali e dopo dai Saraceni andando così a scomparire dalla storia.

Attualmente rimangono in loro memoria i ruderi di due tra le opere meglio conservatesi dell’intero periodo greco: il tempio dalle purissime forme dorico che si erge dominante e solitario sull’intera vallata, con le sue 36 maestose colonne ed il teatro, ampio  semicerchio di 63 metri con una ventina di gradinate scavate nella roccia e divise in 7 cunei.


 

Nessun risultato